Il nostro sito Web utilizza i cookie per offrirti una navigazione e servizi migliori; continuando, fornisci il tuo consenso all'utilizzo dei cookie secondo quanto riportato nella nostra Normativa sulla privacy.

La guida esperta per scegliere e indossare dispositivi di protezione individuale

 

Ian Samson, Esperto della formazione dell'area EMEA per DuPont Personal Protection, illustra la scelta e le procedure corrette per indossare e togliere le tute da lavoro di protezione individuale.

Lo scopo delle tute da lavoro di protezione consiste nel proteggere dalla contaminazione dei pericoli nell'ambiente di lavoro, inclusi agenti chimici liquidi e solidi, oli, liquidi non tossici, sostanze aerotrasportate, polveri e fibre. In alcuni ambienti di lavoro, ad esempio laboratori e scene del crimine, l'abbigliamento protettivo è necessario per impedire la contaminazione umana (ad esempio, capelli, frammenti di pelle e fibre di tessuto) dell'area. Tuttavia, il semplice atto di indossare l'indumento non è garanzia di protezione ed è necessario considerare diversi fattori per accertarsi che l'indumento scelto offra il livello di protezione necessario.

Scelta e uso
Con così tante tute da lavoro diverse sul mercato, come sai qual è quella giusta per te? Ogni scelta deve iniziare con un'analisi dei rischi per determinare il tipo di rischio (agenti chimici, liquidi non pericolosi, radiazioni e così via) e la lunghezza dell'esposizione, quindi stabilire il livello di protezione necessario per proteggere da entrambi gli elementi. Un'analisi dei rischi dettagliata rende più semplice la scelta dell'indumento protettivo più adatto da utilizzare.
Quando scegli gli indumenti protettivi, è fondamentale considerare gli elementi elencati di seguito:

•    Barriera protettiva (penetrazione e permeazione)
•    Resistenza (robustezza dell'indumento)
•    Qualità (per quanto riguarda il materiale, la cerniera, le giunture, il comfort, la taglia e la vestibilità dell'indumento)
•    Convenienza (gli indumenti dovrebbero essere accessibili agli utenti)
•    Compatibilità ambientale (lo smaltimento dovrebbe essere sicuro e conveniente)
•    Costo (sebbene sia sconsigliabile prendere una decisione basandola solo sul prezzo)
•    Test e utilizzo (dopo avere analizzato l'indumento e verificato che soddisfi i requisiti necessari, è opportuno eseguire un test in condizioni di lavoro effettive)

La scelta della taglia corretta è un prerequisito che garantisce una maggiore sicurezza e anche un maggiore comfort. La scelta della taglia sbagliata può avere conseguenze fatali; se l'indumento è troppo grande, potrebbe rimanere bloccato nei macchinari di produzione, mentre se è troppo piccolo potrebbe strapparsi o limitare notevolmente la mobilità. È importante scegliere una tuta da lavoro che, oltre a offrire la protezione corretta, sia anche della taglia appropriata per la persona. DuPont investe molto nel miglioramento delle tute da lavoro protettive, sia dal punto di vista della vestibilità che della protezione, e quest'anno ha lanciato la nuova tuta da lavoro Tyvek® Classic Xpert. Questa tuta da lavoro è stata riprogettata per una migliore vestibilità, per facilitare il movimento e, soprattutto, per offrire un livello di protezione superiore nelle categorie di Tipo 5 e 6. Inoltre, Tyvek® Classic Xpert viene fornita in una nuova confezione su cui, oltre a uno schema delle taglie, sono anche riportati consigli sulle procedure per indossare e togliere l'indumento con semplici pittogrammi.

 

DPT_Tyvek_Classic_Xpert_dd_218x109

Come indossare la tuta da lavoro

DPT_Tyvek_Classic_Xpert_dd3_218x109

Come togliere la tuta da lavoro

Come indossare la tuta da lavoro

Sebbene il vestirsi la mattina non richieda eccessiva riflessione, indossare correttamente una tuta da lavoro protettiva è strumentale alle prestazioni dell'indumento. Una volta scelta la tuta da lavoro appropriata, è necessario avere a disposizione uno spogliatoio privo di agenti contaminanti esterno al posto di lavoro per consentire ai lavoratori di vestirsi. È necessario rimuovere dalle tasche e lasciare in un ambiente sicuro qualsiasi oggetto che potrebbe impedire il lavoro. In primo luogo, sedersi su una sedia e rimuovere le calzature. Inserire quindi con attenzione un piede alla volta nella gamba della tuta da lavoro, prima di indossare e allacciare in modo ben saldo le scarpe o gli scarponi di sicurezza. A questo punto, è necessario indossare i guanti corretti per l'applicazione. Se si utilizzano due paia di guanti, indossare ora il primo paio. Alzarsi e tirare su la tuta fino alla vita, quindi inserire le braccia nelle maniche. Prima di chiudere la cerniera della tuta, indossare eventuali occhiali, maschere e così via e accertarsi che siano della giusta misura, che siano comodi e che non vi siano interstizi. Tirare il cappuccio sopra la testa e chiudere la cerniera della tuta da lavoro fino alla fine, premendo la linguetta della cerniera verso il basso per fissarla. Se si indossa un secondo paio di guanti, indossarli sopra il primo paio, coprendo i polsi e le maniche della tuta da lavoro. Si consiglia di sigillare con nastro adesivo tutti gli interstizi e le giunture, incluse le estremità dei guanti e il punto intorno al viso in cui il cappuccio incontra la maschera. È opportuno che sia presente un collega per verificare che l'indumento sia stato indossato correttamente e che tutti gli interstizi siano stati sigillati.

Come togliere la tuta da lavoro

Se non si presta estrema attenzione quando si rimuovono e si smaltiscono gli indumenti protettivi monouso, esiste un rischio di contaminazione incrociata dalla superficie dell'indumento alla pelle o ai capelli di chi lo indossa o di altri dipendenti e familiari. L'indumento protettivo dovrebbe essere rimosso in uno spazio privo di agenti contaminanti. Prima di togliere l'abbigliamento protettivo, è consigliabile pulire guanti e scarponi per impedire la dispersione della polvere. Anche le maschere e i copri-cerniera dovrebbero essere puliti. Tutti gli elementi protettivi rimossi, come il nastro adesivo, devono essere immediatamente smaltiti in un apposito contenitore per i rifiuti chimici. Indossando ancora i guanti protettivi, l'utente dovrebbe iniziare ad arrotolare all'indietro il cappuccio, facendo attenzione a non lasciare che la parte esterna tocchi la testa. Aprire la cerniera della tuta da lavoro e iniziare ad arrotolarla verso l'esterno, scoprendo le spalle. Posizionare entrambe le mani dietro la schiena e tirare le maniche fino a rimuoverle completamente. Sedersi e rimuovere le scarpe, quindi arrotolare la tuta da lavoro verso il basso (facendo attenzione a non toccare il lato contaminato e a non farlo entrare in contatto con gli abiti) oltre le ginocchia, fino a rimuoverla completamente. Liberarsi quindi dell'indumento inserendolo nella borsa fornita e rimuovere i guanti.
Quando ci si libera dell'indumento protettivo, è importante afferrarlo dalla superficie interna non contaminata per evitare qualsiasi contatto con sostanze dannose. Poiché il processo di rimozione dell'indumento determina la contaminazione dell'area di lavoro, è necessario pulire anche quest'area. Lasciare la zona pericolosa mentre si è ancora contaminati mette a rischio chi indossa l'indumento protettivo e anche le altre persone non coinvolte nella procedura.

Formazione
Talvolta il modo migliore per imparare è esercitarsi. DuPont offre corsi di formazione per clienti e distributori al fine di illustrare come indossare l'abbigliamento di protezione individuale e come rimuoverlo correttamente per evitare rischi di contaminazione incrociata. È importante tenere presente che solo le persone che hanno ricevuto una formazione specifica possono essere autorizzate a indossare, rimuovere e smaltire indumenti contaminati.

Ulteriori informazioni
Il mondo delle tute da lavoro protettive monouso può disorientare, in particolare quando si tenta di distinguere il tipo di materiale che garantirà ai dipendenti il massimo livello di protezione per il loro lavoro. Noi di DuPont riteniamo che Tyvek® faccia la differenza. Tuttavia, è disponibile una serie di brevi video informativi in cui viene spiegata la differenza tra polipropilene SMS, pellicole microporose e Tyvek®, per consentirvi di prendere una decisione informata sulle tute protettive da adottare.